Lost in del supermarchet

Poesia nel dialetto di Albosaggia di Katia Maroon Giugni
Ottava classificata 2011 - Premio speciale per ironia e satira
Katia Maroon Giugni è risultato essere lo pseudonimo di un autore che non ha voluto svelare la sua identità. Il premio è stato conferito al Comune di Albosaggia.
 

Bonus track: Lost in del supermarchet

 

 

O perdüüt la morośa en den supermercaa

col carèt de la spesa la se ‘ndacia a schiantàa

 

Per risparmiàa vergott l’à fregàt en kitekat

quan che i l’a vidüda l’a picàat fò ‘n gran scat

la coreva a crapa basa de fianch di scafàal

e na fila de dixan… per lee l’è stacc fatàal

‘l destin i l’à ciapàda che l’era iscè contèenta

al gh’era ‘l tri per duu su la farina per pulènta

 

“Una cara amica, cliente affezionata”

l’a dicc’ l’altoparlant con la voos tüta spacàda

a tücc ia tasüüt gió per almeno ‘n moment

e l’è stacc’ quasi comovent

a vidii tanta gent edücàda e rispetośa

a mett la roba ‘n dul carett e pensà la mia morośa

 

Bonus track: Lost in del supermarchet

 

Ho smarrito la morosa nel supermercato

Col carrello della spesa è andata a schiantarsi.

Per risparmiare qualcosa ha rubato un Kitekat, quando l’hanno vista ha fatto un gran balzo, correva a testa china tra gli scaffali e una fila di dixan… per lei è stato il destino fatale: l’hanno catturata, lei, che era così contenta: c’era il tre per due sulla farina per la polenta.

“Una cara amica, cliente affezionata” ha detto l’altoparlante con voce rotta, tutti si sono zittiti per almeno un momento; è stato quasi commovente a vedere tanto gente educata e rispettosa mettere i prodotti nel carrello e pensare alla mia morosa.

Comments