A l'üniversità del gèrlu...

Poesia nel dialetto di Sondrio di Pietro Pizzini 
 

A “l’üniversità del gèrlu”…

 

La gent di nos sìt, de ’na certa età

l’à pruàt quant l’era düra “inviàs-là”,

‘nde tüc’ i mestèe, anca quii a la buna:

a sta sü driz cunt la schena u sgubat-giù u in pultruna.

 

Tanta gavéta el gh’era de fa

per en bun mestee de purtà in cà;

e se te vulevet bee imparal,

a pit-a-pit, te duevet… rubal.

 

A laurà in banca, cume a fa el müradur

el gh’era de metech minga poch südur;

ma prima de rivà a fa el cap-cazöla

l’era minga abòt avè fac’ la scöla.

 

Per rüà a ves patentat del tüt

al gh’era de fa el bocia e pö el magüt,

anca i solta-fos, cume i aucat,

ma anca i maestri e chii el cürava i màt.

 

Quest se imparava a “l’üniversità del gerlu”,

(che l’éva copiat da quel che ’l fa el merlu),

‘ndua gh’era anca la “facultà del campàc’”

per la buna gent de campagna e minga i pestaquac’…

 

Incodì, inveci, al scarsegia bravi müradur e legnamée,

elettricisti, mecanich e na sfilsa de otri artée…

Per cuntra al gh’è na ròscia de üniversità

fursi, l’è inscì che per i giuen l’è püsèe düra scernì e “inviàs-là”!

All’università “del gerlo”

 

La gente dei nostri siti, di una certa età

ha provato quanto era dura “iniziare”,

in tutti i mestieri, anche quelli alla buona:

a stare diritti con la schiena o chini o in poltrona.

 

 

Molta “gavètta” c’era da fare

per un buon mestiere da portare a casa;

e, se volevi bene impararlo,

a poco a poco, dovevi… rubarlo.

 

A lavorare in banca, come a fare il muratore c’era da impiegare non poco sudore; ma prima di giungere alla “vetta”

non era sufficiente aver studiato.

 

Per ottenere la “qualifica” dovevi prima fare il garzone e poi il manovale;

anche i geometri, come gli avvocati,

ma anche gli insegnanti e i dottori.

 

Questo si imparava a “l’università del gerlo

(che aveva copiato da ciò che fa il merlo),

dove c’era anche la “Facoltà del campàc’

per la buona gente di campagna, non per le persone intriganti.

 

Al giorno d’oggi, invece, scarseggiano provetti muratori e falegnami, elettricisti,

meccanici e una lunga serie di altri artigiani.

Al contrario esistono molte università

forse è così che per un giovane è più ardua la scelta per iniziare un lavoro!

Comments